Arte di plastica

Arte di plastica - andros art,contemporary art website,art painting sculpture sito d'arte blog,art news aphorisms

Arte di plastica
Ikon Editrice 2009 – 192 pp. 22€

Arte di plastica

Questa non è una recensione, scrivere una recensione per un proprio libro sarebbe un po’ ridicolo, più che altro è una spiegazione, o un antefatto, per raccontare cosa mi ha spinto a scrivere Arte di plastica.
Da ragazzo lavoravo soprattutto su pietra, con martello e scalpelli, e l’ho fatto per lungo tempo. Prima per questioni di età e poi per questioni economiche non avevo un’automobile e andare in giro con blocchi di pietra non era agevole. Ho iniziato quindi a cercare un materiale più leggero per le mie sculture, approdando al poliuretano, e in seguito anche ad altre resine. Erano gli anni Ottanta, a scuola il massimo del polimero disponibile era la gomma per i calchi, usata con grande parsimonia per il costo, e non era affatto facile incontrare qualcuno che sapesse qualcosa in più sulle resine; ancora meno facile era conoscere qualcuno che, sapendo qualcosa, avesse voglia di condividere quel sapere. Cercai a più riprese dei manuali che potessero aiutarmi nei primi passi, introdurmi in quel mondo complesso e articolato, pieno di prodotti che, perlopiù, era difficilissimo persino reperire, ma non trovai alcun libro del genere. Dovetti fare da me, un po’ alla volta, provando e riprovando, sbagliando e combinando pasticci inenarrabili, ma alla fine rimasi affascinato da questi materiali e dalla loro versatilità, e iniziai ad approfondirne ogni aspetto.
Molti anni sono passati. Dopo l’esplosione di internet, la conoscenza delle resine, o perlomeno della loro esistenza, è diventata alquanto diffusa, oggi chiunque potrebbe trovare in rete qualsiasi resina dopo una breve ricerca; resta il fatto che la facile reperibilità delle resine non è sufficiente, se non è accompagnata dalla loro conoscenza e dalla conoscenza delle possibilità espressive che offrono. Una persona che non ne abbia mai toccata una si troverebbe alla deriva in un mare di prodotti con nomi strani, talvolta senza neanche l’appiglio di una spiegazione approssimativa delle loro caratteristiche, con i quali non saprebbe cosa fare né come farlo.
Mi sono chiesto se col passare degli anni le cose fossero cambiate, se nel frattempo qualcuno avesse redatto una guida per l’uso delle resine. Dopo una lunga ricerca, mi sono reso conto che le cose sono rimaste quasi come le avevo lasciate, solo un paio di brevi volumi, specifici su un singolo aspetto o una singola resina, più con indirizzo tecnologico e scientifico che artistico e artigianale; mi sono anche reso conto che la situazione è tale persino all’estero, e sia in inglese sia in francese ho trovato ben poco.
Così, ho provato a colmare questa piccola lacuna, riversando in un libro quello che ho potuto imparare nel tempo. Ho riordinato le esperienze fatte e gli appunti presi negli anni, con le varie prove effettuate e i risultati ottenuti; con l’occasione, ho anche dato un po’ di spazio alla parte storica, raccontando per sommi capi come e perché le resine sono nate, perché credo sia importante sapere da dove vengano i materiali che stiamo usando, quale percorso li abbia portati nelle nostre mani: aggiunge consapevolezza a ciò che facciamo.
Questo libro è in parte anche un tentativo fuori moda di riabilitare una definizione, “arte di plastica”, a volte usata per screditare pregiudizialmente l’arte contemporanea, e con essa riabilitare almeno un po’ la tanto odiata plastica e l’altrettanto odiata arte contemporanea.
Sono certo di aver fallito in questa riabilitazione; del resto, si tratta di un’impresa titanica, il mito di un passato in realtà mai compreso fino in fondo è un osso duro. In compenso, credo di aver composto un buon manuale, che spero possa essere un valido ausilio per chi lo ha letto o lo leggerà.

Andros

Save

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Tagged , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to Arte di plastica

  1. helios2012 says:

    Un libro che dovrebbero leggere tutti i creativi per le quantità di informazioni tecniche che contiene, considerando anche la disponibilità di un artista a divulgarle, cosa non facile da trovare nel settore specifico.

    Io l’ho letto e quindi non posso fare altro che ringraziarti.

Leave some words

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.