Arte a parte

Arte inattesa Naviglio - androsofia, andros art,contemporary art website,art painting sculpture sito d'arte blog,art news aphorisms

Andros
Arte Inattesa sul Naviglio Grande
Milano 2003

Arte a parte

Impara l’arte e mettila da parte; la scemenza popolare lo insegna, ma, essendo appunto scemenza, non spiega come e perché si debba fare una cosa simile.
Che senso ha imparare l’arte, se già sappiamo che poi la metteremo da parte?
E poi, da quale parte dovremmo metterla? Sopra? Sotto? A destra? A sinistra? Visto il “trend” momentaneo – e il “quarand” sempiterno -, direi che converrebbe metterla nel centro; è un po’ affollato ultimamente ma, sgomitando per bene, alla fine un posto a sedere si trova sempre.
A meno che non si sia una di quelle persone senza arte né parte.
Senza arte non si può mettere nulla da parte, se, d’altra parte, la parte manca, il problema si risolve da solo.
Molto più complessa la vita di chi ha l’arte e non ha la parte; oppure ha una gran bella parte, ma nessuna arte: che fare?
Senza arte, non saprebbe cosa mettere nella parte, e sappiamo tutti quanto sia fastidioso rimanere con la parte vacante; mentre, senza parte, non saprebbe dove riporre l’arte, e sappiamo tutti quanto l’arte sia pesante e ingombrante, alla lunga ci si stanca senza avere una parte in cui metterla.
A parte tutto, di quale arte stiamo parlando?
Dell’arte applicata?
Magari dell’arte di amare, ma quella l’abbiamo messa da parte da un pezzo…
E se invece ci si riferisse all’arte di piegare i tovaglioli? Avrebbe un suo perché: prima o dopo, i tovaglioli vanno messi da parte, non possono rimanere sempre sul tavolo.
Probabilmente si parla dell’arte bella.
E già, uno ha una cosa bella e cosa fa? La mette da parte!
Non ha senso… non è credibile…
Anche perché l’arte, come l’occhio, vuole la sua parte… oppure era la parte a volere la sua arte? Non ricordo, magari l’occhio vuole la sua arte, per poi metterla da parte.
Come chi parte, che rischia di morire un po’… ma questo è un caso a parte…
Scherzi a parte, spero di essere stato chiaro, è un argomento che mi sta a cuore; anche se devo ammettere che quando parlo di arte sono di parte.

Brano tratto dal libro “Il fuoco dell’arte”, del 2006.

Andros

il fuoco dell'arte

Clicca per scaricare l’ebook.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmailby feather
Tagged , , , , , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave some words

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.